Menu
Mystica

Mystica

Website URL:

Una visita alla Torre Infame

Attraversando Castrovillari, Norman Douglas, cosi scriveva: “Questo castello è ora utilizzato come prigione. Sentinelle mi hanno avvertito ad un certo punto di non avvicinarmi troppo a ridosso delle mura, perché ciò era proibito. Non avevo alcun desiderio particolare di disobbedire a questo ordine. A giudicare dal numero di ratti che pullulano sul luogo, non è esattamente una prigione modello.” (Old Calabria, 1915).  In realtà già nel XV secolo gli Aragonesi, conquistato il regno di Napoli, fecero costruire dei veri e propri sistemi di difesa, tra fortezze e castelli.

Il santuario di Santa Maria del Castello

Il santuario della Madonna del Castello sorse, probabilmente, su una struttura di epoca romana che, ancor prima potrebbe essere stato un luogo di culto greco, dedicato forse ad una divinità femminile, poiché sotto l’attuale loggiato del santuario sono state scoperte alcune statuette femminili in terracotta di epoca greca.

Castrovillari rende omaggio al mito di Audrey Hepburn

Se è vero che, spesso, di un vecchio film non si ricorda quasi niente, è altrettanto vero che il suo indimenticabile manifesto continua ad attirare l’attenzione di generazioni. Iconografie di sale cinematografiche ricche del fascino intramontabile di fotogrammi e celluloide, tra luci soffuse e colori satinati,

28° Estate Internazionale del Folklore

La ventottesima Estate Internazionale del Folklore si colora del mondo! Un'edizione, questa,ricchissima, un contenitore  di altissimo spessore culturale, etnico e antropologico, che regalerà alla città di Castrovillari i suoni e i sapori di popoli diversi, vicini e lontani.  Dal 16 al 20 agosto Piazza Municipio sarà, ancora una volta, il suggestivo palcoscenico dove esploderanno  danze, idiomi, canti, giochi e costumi provenienti dai quattro angoli del mondo. A curare la kermesse, come sempre, l'associazione culturale  “Città di Castrovillari” sotto la maestria artistica  del presidente Antonio Notaro, grande professionista che, con passione e dedizione,  continua a credere nell'incontro folklorico tra le etnie come profonda essenza del nostro essere “diversi”, accomunati dallo stesso scopo e ideale, appunto il folclore. Un appuntamento irrinunciabile che emoziona e riconduce a messaggi di fratellanza e speranza, seguendo il linguaggio universale della musica. Argentina, Martinica, Paraguay, Ukraina, Messico, questi, i gruppi presenti, con il patrocinio di Regione Calabria, Provincia di Cosenza, comune di Castrovillari, Parco Nazionale del Pollino, Cioff e Gas Pollino. Un appuntamento fisso con il capoluogo del Pollino da oltre un quarto di secolo, un caleidoscopio di colori che raccontano storie di popoli e di territori che si incontreranno per un simbolico abbraccio umano in una piazza che diventerà, per
l’occasione, un trionfo di musica in nome della pace. Il Festival Internazionale del Folklore è per Castrovillari un vero e proprio inno alla fratellanza e alle tradizioni popolari su
cui, l'associazione culturale “Città di Castrovillari”, lavora indefessa e che, in questa edizione, più che mai, punta alla internazionalizzazione dell'evento con le dirette streaming degli spettacoli in mondovisione, con le interviste e le  news dietro le quinte, con le tante curiosità in continuo aggiornamento, da poter seguire sul sito dell'associazione "Città di Castrovillari",  peraltro da quest'anno completamente rinnovato e ottimizzato per essere visibile in tutto il mondo

Subscribe to this RSS feed

Login or Sign In

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.