Menu

Sulla via di Carlo V - Passeggiate Narrate Estate 2019

La programmazione estiva delle nostre iniziative e dei nostri prossimi appuntamenti nei mesi di luglio-agosto 2019, suscettibili, comunque, di variazioni, vogliono riprendere le antiche tradizioni popolari, le antiche consuetudini legate alle feste tramandate attraverso i secoli.

Si vuole proporre, attraverso le passeggiate narrate,  la visione di un mondo veramente ricco di momenti autentici, spesso legati alle credenze, alle superstizioni del mondo contadino, spesso arricchiti anche da rituali enogastronomici che si identificano in specialità culinarie tipiche del territorio. Molte passeggiate seguono, anche quest'anno, un filo conduttore che per l'estate 2019 è la sosta che l'imperatore Carlo V fece a Castrovillari il 13 novembre 1535. Molti saranno infatti i percorsi narrati nel cuore antico della città per ripercorrere, come un vero e proprio viaggio nel tempo,  il passaggio del famoso sovrano. Attraverso storie, segreti e misteri, seguiremo le tracce della sua visita, i segni lasciati dalle fonti storiche, i tanti interrogativi ancora senza risposta, all'ombra della Torre Infame e del palazzo Musitano. Queste specifiche passeggiate sono strutturate in quindici tappe e due percorsi, il percorso del Casale e il percorso della Giudecca, a scelta. Il 13 novembre 1535, di ritorno dall’impresa di Tunisi, dopo essere stato a Cosenza e a Corigliano, l'imperatore Carlo V fece tappa a Castrovillari. Probabilmente giungendo da sud entrò trionfalmente dalla Porta di Simone, una delle maggiori porte di accesso alla città, posta ad oriente presumibilmente vicino la chiesa di san Giacomo. Da lì, accolto festosamente dal Sindaco, dai ventiquattro eletti e da un gran numero di cittadini castrovillaresi risalì il colle di Santa Maria del Castello a quei tempi popolosamente abitato e con grande devozione visitò la chiesa della Madonna, inginocchiandosi dinnanzi alla sacra effigie. Durante la sua permanenza venne ospitato nel palazzo del nobile Federico Musitano, situato nella piazza principale, di fronte alla chiesa di S. Giuliano, prima che la struttura diventasse sede dell'Universitas castrovillarese, ossiasede municipale. In quella occasione il paese lo supplicò di ritornare sotto il dominio regio e l’Imperatore promise che avrebbe accontentato la popolazione, ma rientrato in Napoli deluse le aspettative dei castrovillaresi perché firmò un diploma imperiale datato 13 gennaio 1536 con cui concedeva a Castrovillari semplicemente il titolo di "fedele Città" (titolo, del resto, già accordato da Federico d'Aragona il 1 gennaio 1498) e conferendo  al Sindaco il privilegio di essere preceduto da un trombettiere ogni volta che entrava in Napoli, capitale del Regno, o in Cosenza, capitale della Provincia di Calabria Citra, imponendo come obbligo ad autorità e personalità di riguardo di passaggio per Castrovillari di rendere omaggio all'icona della Madonna del Castello.

MARTEDI 2 LUGLIO 2019 , PASSEGGIATA ALLA CINTA MURARIA DI CASTROVILLARI, ALLA TORRETTA E ALLA CHIESETTA DELLA MADONNINA DELLE GRAZIE

LUNEDI 15 LUGLIO 2019 , PASSEGGIATA NOTTURNA NEL RIONE PANTANELLO E SANTO VITO

PRIMA DOMENICA DI AGOSTO 2019, PASSEGGIATA ALLA MADDONEDD’I L’ITRIA E FESTA D’I CITRULI

10 AGOSTO 2019, OSSERVAZIONE ASTRONOMICA CENTRO Di ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE E BRINDISI SOTTE LE STELLE

16 AGOSTO 2019 , OMAGGIO A SAN ROCCO TRA DEVOZIONE, MIRLINGIANE E PARMIDÌE

Leave a comment

back to top

Login or Sign In

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.