Menu

Tornano gli appuntamenti turistici con le "Passeggiate al Tramonto"

Castrovillari è una piccola cittadina capace  di stupire ed  emozionare continuamente: c'è  sempre qualche storia da raccontare e qualche luogo da riscoprire,

seguendo l' itinerario turistico, lungo le strade meno note ma che meritano di essere apprezzate, proposto dall'associazione Mystica Calabria. Non si tratta delle solite visite guidate. Sono passeggiate all'aria aperta, attraverso percorsi piacevoli,  tranquilli e coinvolgenti, adatti a tutti e a tutte le età. «Noi non corriamo e non ci affanniamo tra una chiesa e l'altra, tra un museo e l'altro e il gruppo, molto ridotto, al massimo una trentina di persone,  non deve faticare per stare dietro alla guida e provare a capirci qualcosa, ma interagisce con lei che lo intrattiene raccontando l'arte, la storia, ma anche e soprattutto le leggende popolari e le antiche parmidìe» - afferma il presidente dell'associazione. Il centro storico di Castrovillari ha un ricco patrimonio storico-artistico, ma è anche un fitto e intricato groviglio di segreti e di misteri nascosti tra piazzette, vicoletti e facciate di splendidi palazzi e monumenti, di fantasmi non visibili e presenze impalpabili che attendono il visitatore in ogni angolo ed è bello riscoprirli, conoscerli, ascoltando quella narrazione fantastica che si lega ai documenti e ai fatti storici, con un "retrogusto" noir che ha tanti appassionati tra il pubblico! Al tramonto, quando ogni ombra si  allunga, i luoghi si trasformano,  cambiando i loro aspetto ed è proprio allora che accade la magia! "Passeggiate al tramono" sono come un viaggio nel tempo, un tempo che, ormai, è sempre più lontano, eppure ci sono ancora tante curiosità da ricordare, tanti segreti da svelare, tanti misteri da risolvere. Ogni piccolo borgo ha una sua microstoria che si lega in modo indissolubile alla grande storia e quella di Castrovillari è avvolta da un alone di suggestioni e di intriganti sensazioni che stimolano fantasiosamente la nostra immaginazione, fanno rivivere quei momenti ed essere protagonisti degli antichi fatti della città. E' un’ esperienza originale ed esclusiva tutta da vivere  e condividere: si parte da Piazza Gallo, luogo di ritrovo e di aggregazione del gruppo-visita, scendendo d' ' Vanedda a Chiazza, fino a raggiungere 'u cuntru 'a Sala per dirigersi, dopo una breve sosta, al piccolo belvedere della Minaja. Da lì si procede verso il Castello aragonese, snodando la passeggiata dal 'suppurtu delle magare fino allu Quartiru.  Tra vicoletti bui e tortuosi ad accompagnare il gruppo, con l'immaginazione, i tanti personaggi noti e meno noti del nostro piccolo borgo, Loisetto de Summa, Giacinto Cappelli, Schifiù, Don Pavulu Tolone, il truce Francesco Minervini da Cassano, narrando storielle interessanti, curiosità e aneddoti. L'associazione farà le visite ogni sabato e domenica a partire dalle ore 18,00 ma è necessaria la prenotazione, che si formi un gruppo di almeno 6-7 persone e un libero contributo di partecipazione.

Leave a comment

back to top

Login or Sign In

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.