Menu

Viaggio tra i batacchi apotropaici di Castrovillari

Camminare per le strade poco conosciute e trafficate di Castrovillari e regalarsi il godimento di creature e immagini che, poste come sentinelle fuori da vecchi portoni, hanno resistito al tempo perché se a tutti è concesso bussare, non a tutti sarà permesso d’entrare.

Allontanare il male. Questo il compito di feroci Leoni, Mani femminili, infidi Serpenti, volti Egizi, celati in forma di batacchi e posti a vigilare sulle nostre case contro ogni avversità. Compito antichissimo, ancor prima dell'epoca greca e romana, dal profondo significato propiziatorio e scaramantico, superstiti di una tradizione giunta attraverso i secoli fino a noi. Oggi relegati ad uno scopo puramente decorativo, gli insoliti guardiani dei portoni, fiere spaventose o figure misteriose forgiate nel metallo in pose minacciose e messe a sentinella fuori dai nostri portoni: «prima di varcare la soglia occorre passare sotto le loro grinfie, accarezzare criniere o impugnare fauci in attesa che si affacci il padrone...». Anche a  Castrovillari di batacchi ce ne sono molti, basta girovagare lungo corso Garibaldi o addentrarsi nel cuore antico di viuzze e vicoletti che si arricchiscono di questi  ornamenti talvolta grotteschi, deformi, o fantasiosi,  realizzati da mani ignote con l’intento di propiziare, «oltre all’apertura del portone, l’avvento della buona sorte e il suo perdurare». Il leone è di certo l’animale più comune rappresentato sui batacchi della nostra città: emblema di forza e di fierezza, «nei bestiari medioevali gli si attribuiva il potere di dormire con gli occhi aperti», ma anche il serpente a due teste, da sempre e ovunque simbolo di rinnovamento e di rigenerazione, è in grado di proteggere ed esorcizzare il male. Un altro soggetto particolarmente caro ai fabbri è la piccola mano femminile, la "mano di Fatima", potente simbolo contro il malocchio. Non mancano imperturbabili e misteriosi volti dalle fattezze egizie che se ne stanno lì,  a scrutarci immobili

Leave a comment

back to top

Login or Sign In

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.