Menu

Il fascino delle pluralità creative

Nel crogiolo dell’universo creativo, ora sempre più indagato criticamente e dissacrato dalla mercificazione di autentici capolavori, La rosa dei venti,  ha sapientemente intessuto una fitta trama di strategie compositive che consolidano il continuo, irrinunciabile dialogo tra puro godimento estetico e curioso slancio emotivo.

L’intensa complessità della rassegna espositiva di arte contemporanea  affidata a venti maestri calabresi accoglie il fruitore attraverso un percorso ideale di evocazione onirica del reale ed è il risultato di una pluralità di tecniche nella varietà dei linguaggi, in un incastro di forme scaturite dalla materia, in un’esaltazione del colore che racchiude messaggi, costruisce immagini,  plasma voluttà,  sperimentando nuove espressioni visive che sollecitano la riflessione del visitatore. La rosa dei venti,  dissolvendo l'idea etica di Joseph Beuys, quando negli anni Settanta dichiarava che ogni uomo è artista,  è concepita da autori che utilizzano virtualmente lo spazio della tela quale territorio creativo dove è possibile fare ricerca, scatenare impulsi,  sovrapporre simboli e metafore del divenire, quasi fosse una sfida umana e intellettuale. Lungo direttrici che si evolvono in una tensione emozionale e concettuale, scopriamo opere affollate di rimandi meditativi e dense di libere interpretazioni classiche e pittori che riproponendo, fra il gioco e l'abilità, creazioni originali di grande impatto comunicativo vivono la profonda vitalità di piccole campiture, appunto 20x20. Facendosi guidare dallo stimolo della vibrante sperimentazione, pur vincolata allo studio, attraverso impressioni polivalenti e rappresentazioni in permanente stratificazione,  la rassegna  esplora e approfondisce il figurativo tradizionale, ma dita e pennelli approdano a nuove coordinate artistiche e si concedono al pubblico con palpabili percezioni e dirompenti dettagli che ne caratterizzano gli stilemi, le qualità pittoriche e semantiche.

Ines Ferrante

 

Leave a comment

back to top

Login or Sign In

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.